viernes, 22 de julio de 2016

A SANDRA N.



Dietro a quella porta chiusa
non c'era una vecchia anziana,
dietro a quella porta chiusa
c'era l'involuzione dell'essere umano,
dietro a quella porta chiusa
c'era la vecchia arroganza
c'era la vecchia gelosia
c'era la cafoneria,
la meschintà, anche lei c'era,
ma non c'era nessuna vecchia anziana;
di vecchio c'era soltanto 
l'istinto piú basso 
e piú vile dell'essere umano.
Sei vecchia e involuta,
sei anziana e meschina,
la tua anima é piccina,
tanto quanto l'amore che sai dare,
piccolo come una pallina a girare,
senza un destino finale;
ti stai spegnendo come una candela,
ma attenta ai colpi di vento,
perché la fiamma
si spegne di botto,
basta un soffio;
la vita non ti scagiona,
non hai piú alibi,
ne testimoni a tuo favore,
di male ne hai fatto,
la vita ti libererà dalle
responssabilità di essere stata
te stessa.
Addio.

M.L.